UniversoPoesia

Da Matteo Fantuzzi quanto di buono offre la poesia italiana contemporanea. Forse.

with 5 comments

Le strade della poesia dei marginali

Avagliano ripubblica un’antologia ormai quasi introvabile: Dal fondo. La poesia dei marginali, curata da Carlo Bordini e Antonio Veneziani (pp. 192, Euro 13). A distanza di trent’anni esatti – tanti ne sono passati dalla prima edizione Savelli – va detto che poche cose come le parole del margine hanno altrettanto e anzi maggiore bisogno di essere cercate daccapo, (ri)ascoltate, diffuse, amplificate. Anche a contrasto con la stanchezza e la sordità sia dell’ambiente poetico sia del tessuto sociale aggredito e ridotto (proprio in questo trentennio) in brandelli isolati, muri muti.
È forte precisamente il valore politico di questa ristampa. È un libro necessario quanto la voce non corale né prevedibile dei molti che vi compaiono: innanzitutto gli autori (anonimi o chiusi in un nome di battesimo): tossici, folli, bambini, emarginati. Ed è sottoscrivibile l’analisi dei curatori, che firmano una prefazione da considerare ancora oggi un esempio di onestà, senza «esaltazione acritica» né «paternalistico compiacimento». La poesia dei marginali è «spesso povera di immagini e di musica» – scrivono – tanto quanto è «atto di vita» e «gesto», ovvero segno non vinto e insieme disperato di chi ha alle spalle le visioni del ’68, in frantumi, e si trova nel freddo della violenza, di quel veleno bianco che chiude gli anni ’70 e inaugura non a caso un decennio di restaurazione e Spettacolo. (È giusto di quegli anni l’inizio del poema di Roberto Roversi L’Italia sepolta sotto la neve).
Nelle pagine di Dal fondo, come in una serie di fotogrammi notturni, si leggono via via – divise in sezioni – poesie di omosessuali, eroinomani, prostitute/-i, carcerati, pazzi, militanti, donne, bambini, operai. Chiudono il libro alcune postfazioni o annotazioni di Renzo Paris, Laura Di Nola, Riccardo Reim, Ivana Nigris, Gino Scartaghiande, Enza Troianelli, Djami, Marzia Mealli, e proprio Roversi.
Questa molteplicità di voci riportate e di attenzioni critiche (o lampi informali di prosa) è un altro tratto specifico del libro. Così come è percettibile nei testi un elemento su cui si concentra la prefazione di Emanuele Trevi: il narcisismo inteso non come centralità di un ego viziato, ma come dispendio di tempo, cura ed eccellenza del corpo/individuo, forza verbale della vita singola, concreta, carnale. Diffratta in molte esperienze, che tornano e tornano. La poesia dei marginali è una rete di vie: come Roma – nella poesia di un bambino – «ha tante / strade ma anche poche».

Marco Giovenale
da «il manifesto», 4 aprile 2008

Annunci

Written by matteofantuzzi

11 luglio 2010 a 00:55

Pubblicato su Uncategorized

5 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. grazie a marco per il nulla osta.noi ci vediamo tra un paio di settimane quando torno dal viaggio di nozze 🙂

    matteofantuzzi

    11 luglio 2010 at 00:56

  2. Diviene spesso una caccia al tesoro riuscire a trovare libri che non sono pubblicizzati e sponsorizzati in grande stile: ma spesso si tratta di veri tesori.

    flameonair

    11 luglio 2010 at 01:05

  3.  CENTRO CULTURALE “NERUDA” – COMUNE DI CITTà DELLA PIEVE 17/18 luglio 2010Due giorni di-versia Città della Pieve (PG)(in memoria di Alberto Mario Moriconi e Angelo Ferrante)a  cura di  Luca Ariano ed Enrico Cerquiglini 17 luglio Sala delle Muse del Palazzo della CorgnaOre 10,00 –     Riflessione sulla poesia, la cultura e la figura dell’intellettuale                         Interverranno: Alberto Bertoni, Gian Ruggero Manzoni,                                                  Alessandro Seri, Salvatore Ritrovato. Ore 17,00 –     Parco letterario                        Guida al parco a cura dei giovani pievesi. Ore 18,00 –     Atrio Palazzo della Corgna                        Letture con l’associazione femminile La Rosa                        Autori: Vittoria Bartolucci, Gabriella Bianchi,Brunella Bruschi Ore 19,00 –     Aperitivo in versi presso La Rocca                        Autori: Ottavio Rossani, Gianluca Ricci, Massimo Viganò, Walter Cremonte,                         Paolo Ottaviani Ore 21,30 –     Cortile della RoccaLettura Divina Commedia a cura di Riccardo Pratesi (30’ min circa)                        Musica con il cantautore Matteo Schifanoia (30’ min. circa) Ore 22,30 –     Letture poeticheAutori: Alberto Bertoni, Alessandro Ghignoli, Alessandro Ramberti, Alessandro Seri, Carmine De Falco, Fabio Orecchini, Francesco Marotta, Rossella Tempesta, Gian Ruggero Manzoni, Tiziano Mariani, Salvatore Ritrovato, Stefania Cavazzon                                                                                18 luglio Sala delle Muse del Palazzo della CorgnaOre 10,00 –     Poesia e riviste                        Interverrano: Fabrizio Bianchi (Le Voci della Luna),                         Gian Ruggero Manzoni (ALI), Tiziano Mariani(clanDestino),                         Tito Truglia (Farepoesia), modera Guido Mattia Gallerani                              Ore 17,00 –     Parco letterario                        Guida al parco a cura dei giovani pievesi. Ore 18,00 –     Atrio Palazzo della Corgna                        Letture con l’associazione femminile La Rosa                        Autori: Vera Lúcia de Oliveira, Filippo Farinelli           Ore 19,00 –     Aperitivo in versi presso La Rocca                        Autori: Marco Carbone, Massimo Palme, Vittorio Cielo Ore 21,30 –     Cortile della RoccaLaudi jacoponianea cura di Luca Tedeschi (30’ min circa)                        Musica con il Pecorino Quartet (30’ min. circa) Ore 22,30 –     Letture poeticheAutori: Alfredo Sorani, Guido Mattia Gallerani, Luca Ariano, Luca Paci, Lorenzo Mari,Sebastiano Aglieco, Stefano Leoni, Tito Truglia, Francesco Accattoli, Emiliano Tolve, Enrico Cerquiglini.  Nei due giorni sarà allestito uno stand delle case editrici presenti: Puntoacapo, L’Arcolaio, La Meridiana, Fara, Farepoesia, Midgard, Le Voci della Luna.Un caro salutoLuca Ariano

    anonimo

    11 luglio 2010 at 09:18

  4. Milo De Angelis, Viviana NicodemoVia dell’inizioa cura di  Paolo Donini Galleria Civica di Palazzo Ducale – Pavullo nel Frignano (MO)31 luglio – 26 settembre 2010inaugurazione sabato 31 luglio ore 18 Sabato 31 luglio alle ore 18, presso la Galleria Civica di Palazzo Ducale a Pavullo nel Frignano (Modena) inaugura la mostra Via dell’inizio, a cura di Paolo Donini. La mostra presenta opere fotografiche e video di Viviana Nicodemo in dialogo con 27 poesie inedite di Milo De Angelis, tratte dalla raccolta poetica in pubblicazione il prossimo autunno presso Mondadori editore. Lo straordinario incontro tra due delle più importanti voci della cultura italiana contemporanea mette a confronto, attraverso un originale allestimento, due linguaggi che si sfiorano: l’immagine e la parola, le arti visive e la poesia. Saranno esposti alcuni scatti della Nicodemo già presentati in Necessità dell’anatomia, serie fotografica pubblicata nel libro omonimo del 2006, insieme a un nutrito nucleo di fotografie del tutto inedite e a due video, tra cui quello realizzato in occasione della mostra, a cui dà anche il titolo: Via dell’Inizio. Completa la mostra un video della recitazione integrale del ciclo di poesie Finale d’assedio di Milo De Angelis.E’ dunque una mostra a più voci, capace di creare forti suggestioni amplificando i punti di vista e le sensazioni. Da un lato le fotografie di Viviana Nicodemo, in cui prendono forma le parole di Milo De Angelis, i temi cari alla sua poetica, come quello del dolore, tagliente, espresso con esattezza dall’immagine, un dolore che entra a far parte integrante della visione. Di riscontro, la forza dei testi poetici di Milo De Angelis, dai toni inconfondibili e sempre sorprendenti, ha un carattere di complementarietàe di espansione rispetto alle immagini fotografiche, indagando un territorio che va oltre la visione, entrando in contatto con una dimensione di riscatto al dolore. MILO DE ANGELISMilo De Angelis è nato nel 1951 a Milano, dove insegna in un carcere. E’ considerato una delle più grandi voci della poesia italiana. Ha pubblicato diversi libri di poesie, da Somiglianze (1976) a Terra del viso (1985) a Tema dell’addio (2005, vincitore del Premio Viareggio 2005). Ha tradotto dal francese e dalle lingue classiche. Nel 2008 viene pubblicato un volume che raccoglie tutta la sua opera in versi (Poesie, Oscar Mondadori). Alla fine del 2010 uscirà, sempre presso Mondadori, un nuovo libro di poesie.  VIVIANA NICODEMOMilanese, dopo gli studi classici, si diploma alla Civica scuola d’Arte Drammatica Piccolo Teatro di Milano. Ha recitato con vari registi e ha fatto diverse letture poetiche (Dante,Tasso, Dickinson, Rilke, Pavese). Artista poliedrica, si è dedicata, oltre al teatro, alla danza contemporanea, alla scultura, alla poesia e alla fotografia. Ha pubblicato nel 2007 Necessità dell’anatomia (Ed. Spirali)con sue fotografie e versi di Milo De Angelis. Ha girato alcuni video legati alla poesia del ‘900, tra cui Un nome della via  e Via dell’inizio. La mostra è accompagnata da un catalogo a cura di Paolo Donini Galleria Civica di Palazzo DucaleVia Giardini 3 – Pavullo nel Frignano (MO) Orari mostra: martedì e giovedì 15.00 – 18.00sabato 10.00 – 13.00 e 16.00 – 19.00domenica e festivi 11.00 – 13.00 e 16.00 – 19.00 InfoUfficio Turistico tel. 0536 29964http://www.comune.pavullo-nel-frignano.mo.it  Ufficio stampa AGENZIA04 BolognaPer materiale stampa e ulteriori informazioni contattare:tel. 051 6490104mob. 333 3781246 – 348 3106144press@agenzia04.com  

    anonimo

    27 luglio 2010 at 17:12


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: