UniversoPoesia

Da Matteo Fantuzzi quanto di buono offre la poesia italiana contemporanea. Forse.

with 7 comments

Degustare Locale, 6a edizione.
Poesia, cibo e solidarietà per combattere la crisi.

Dozza (3 luglio) – ore 21.00
Galleria Atrebates – Via De Amicis 35/37 Dozza (Bo)

Luca Ariano – Maurizio Brusa – Azzurra D’Agostino – Salvatore Della Capa – Carlo Falconi – Matteo Fantuzzi – Francesco Gabellini – Guido Mattia Gallerani – Gian Ruggero Manzoni – Guido Monti – Salvatore Ritrovato – Francesca Serragnoli – Gabriele Xella

Castel San Pietro Terme (4 luglio) – ore 21.00
Antico Convento di Castel San Pietro Terme – Via Tanari 47 – Castel San Pietro Terme (Bo)

Dome Bulfaro – Tiziana Cera Rosco – Gianni D’Elia – Matteo Fantuzzi – Loris Ferri – Fabio Franzin – Gianfranco Lauretano – Massimiliano Martines – Stefano Sanchini – la nuova poesia forlivese (Filippo Amadei – Stefano Leoni – Cristian Pretolani – Marco Viroli – Matteo Zattoni)

Ingresso libero e degustazione dei prodotti dell’enogastronomia locale.
Nel corso delle serate verranno raccolti fondi rispettivamente per
Emergency – Imola e per A.V.I.S. – Castel San Pietro Terme.

Con il sostegno di:
Assessorato alla Cultura – Comune di Castel San Pietro Terme
Pro Loco Castel San Pietro Terme
Associazione Culturale Pneuma
AVIS Castel San Pietro Terme
Antico Convento Castel San Pietro Terme
Coop Adriatica
CLAI – carni e salumi
Associazione Arteinessere
Galleria d’arte Atrebates
Emergency – Imola
Piccola Osteria del Borgo – Dozza

3 Luglio:
la serata si svolge nel centro storico di Dozza sulle colline a pochi km dalla Via Emilia. Per chi proviene da Bologna si può uscire al casello A14 di Castel San Pietro Terme e continuare in direzione Imola oppure dal casello di Imola si raggiunge seguendo le indicazioni per Bologna. All’altezza di Toscanella di Dozza troverete le indicazioni per raggiungere il piccolo centro storico dotato di diversi parcheggi fuori dalle sua mura. Da lì proseguite a piedi e prendete come punto di riferimento la Rocca, via De Amicis è una delle due vie che compongono il centro storico, la galleria facilmente visibile.

4 Luglio:
L’antico convento si trova a pochi passi dal centro del Paese, nella zona dello stadio (che vi consiglio come punto di riferimento, se vi perdete). L’uscita dell’autostrada è per tutti quella di Castel San Pietro Terme e troverete come ogni anno le indicazioni per raggiungere i parcheggi più vicini all’evento a partire dal grande incrocio semaforico e successivo viale alberato che fa da ingresso a Castel San Pietro Terme. Per chi vuole c’è anche la possibilità di raggiungere Castel San Pietro Terme in treno (la stazione locale è ad un paio di km dal centro) e fino alle 20 anche in autobus con mezzi in partenza da Bologna e Imola.

Ovviamene il consiglio è di dare prima un’occhiata a Google Earth ūüėČ

Annunci

Written by matteofantuzzi

24 giugno 2009 a 14:25

Pubblicato su Uncategorized

7 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Convegno sulla poetica di Vito Riviello – 8 luglio –

    Il Centro Studi e Ricerche √ʬĬúFrancesco Grisi√Ę¬Ä¬Ě rende omaggio al poeta Vito Riviello con un convegno e una lettura di testi

    Un poeta nella recita del Sud

    Incontro di studi a Grottaglie (Ta)

    Il Centro Studi e Ricerche √ʬĬúFrancesco Grisi√ʬĬĚ, diretto da Pierfranco Bruni, ricorda il poeta lucano Vito Riviello scomparso il 18 giugno scorso in un incontro fissato il prossimo 8 luglio a Grottaglie (Taranto), Sala Laboratorio Burano.

    Un omaggio ad una poetica del Sud il cui tracciato lirico è dentro i modelli di una cultura popolare profondamente legata ai contenuti di una eredità mediterranea. Riviello era nato a Potenza nel 1933 e morto a Roma il 18 giugno scorso.

    L√ʬĬôobiettivo del Centro Studi √ʬĬúFrancesco Grisi√Ę¬Ä¬Ě √ɬ® quello di offrire una chiave di lettura di una personalit√ɬ† che ha fatto della poesia una ragione di vita. La relazione sar√ɬ† svolta da Pierfranco Bruni e intervento di Pio Rasulo dell√ʬĬôUniversit√ɬ† del Salento. La lettura dei testi √ɬ® coordinata da Roberto Burano. La manifestazione si svolger√ɬ† nella Sala “Ada Revolutione Office”, via Alfieri, 27, Grottaglie (Taranto) con inizio alle ore 18,30.

    Il primo libro di versi di Riviello risale al 1955: √ʬĬúCitt√ɬ† fra paesi√ʬĬĚ. √ʬĬúUn libro, sottolinea Pierfranco Bruni, dove √ɬ® possibile riscontrare gi√ɬ† i temi e le problematiche che hanno fatto di Riviello un poeta della meditazione malinconica ma anche della forte capacit√ɬ† innovativa del verso. Proprio da questo libro bisogna partire per entrare nel di dentro dei modelli letterari che lo hanno accompagnato nel corso delle sue ricerche sia sul piano degli stilemi che su quello degli approfondimenti lirico √ʬĬď simbolici√ʬĬĚ.

    Al 1997 risale una sua antologica di poesie dal titolo √ʬĬúAssurdo e familiare√ʬĬĚ. Mentre successivamente pubblica: √ʬĬúE arriv√ɬ≤ il giorno della prassi√ʬĬĚ, √ʬĬúLa luna nei portoni√ʬĬĚ, √ʬĬúAcat√ɬ¨√ʬĬĚ, √ʬĬúScala condominiale√ʬĬĚ. In prosa sono da ricordare √ʬĬúPremaman√Ę¬Ä¬Ě del 1968, √ʬĬúTre favole potentine√ʬĬĚ, √ʬĬúE arriv√ɬ≤ il giorno della prassi√ʬĬĚ. Agli anni Settanta risalgono i suoi testi poetici: √ʬĬúL√ʬĬôastuzia della realt√ɬ†√ʬĬĚ, √ʬĬúDagherrotipo√ʬĬĚ. Mentre negli anni Ottanta ha dato alle stampe: √ʬĬúSindrome dei ritratti austeri√ʬĬĚ, √ʬĬúTabarin√Ę¬Ä¬Ě e la prima edizione di √ʬĬúAssurdo familiare√ʬĬĚ.

    √ʬĬúVito Riviello, afferma sempre Bruni, √ɬ® stato un poeta che ha scavato all√ʬĬôinterno dei processi popolari della sua Lucania partecipandovi con una forte dose di comicit√ɬ† ed ironia. Ha trattato il Sud attraverso un immaginario fatto di oggetti, di luoghi e di rappresentativit√ɬ† che lo hanno caratterizzato all√ʬĬôinterno dei percorsi poetici del √ʬĬėnon nostalgico√ʬĬô anche se i sentimenti sono una traccia rigorosa in quella visione di letteratura ben radicata in una cultura delle contaminazioni√ʬĬĚ.

    √ʬĬúRiviello, infatti, ha molto lavorato su una poesia contaminante e contaminata, dichiara ancora Bruni, e il suo Sud non √ɬ® mai stato n√ɬ© una terra del rimpianto e tanto meno una terra del rimorso. Una lingua ben √ʬĬėstrutturata√ʬĬô nella evoluzione dei linguaggi globali√ʬĬĚ.

    Il Centro Studi √ʬĬúFrancesco Grisi√Ę¬Ä¬Ě lo ricorder√ɬ† con una conferenza sulla sua poetica e con interventi critici alla luce di una lettura ragionata delle sue poesie.

    anonimo

    28 giugno 2009 at 10:00

  2. oggi si è spento alberto cappi, una delle persone migliori che ho conosciuto in questi anni nel mondo della poesia. poeta, saggista e traduttore. era nato a revere in provincia di mantova nel 1940.

    matteofantuzzi

    28 giugno 2009 at 22:12

  3. Sapevo che era malato da tempo, mi spiace assai. Putroppo non l’ho mai conosciuto direttamente.
    Condoglianze ai famigliari.

    Luca Ariano

    anonimo

    29 giugno 2009 at 08:57

  4. anonimo

    3 luglio 2009 at 10:32

  5. io voglio ringraziarvi tutti per le due splendide serate, per il botto di gente che √ɬ® venuta, per il silenzio e l’attenzione con le quali sono state vissute le serate, per l’ascolto.
    credo che per restituire la poesia alla gente non si possa agire diversamente, come venerdì che oltre alla gente scesa in strada dal centro storico avevamo ad assistere anche tutti gli abitanti delle case, con le finestre aperte. una cosa così ripaga da tutta la fatica per realizzare una baracca del genere che non sarebbe stata possibile senza i volontari, le associazioni, gli amici poeti e il pubblico.
    io credo che in poesia non ci sia bisogno di gente che dica, ma di gente che condivida, che racconti: il resto delle cose semplicemente non mi interessa e ad un certo punto oggi proprio perché vediamo come vanno le cose dobbiamo essere in grado di prendere delle decisioni nette, con volontà di dialogo. ma nette.

    la poesia non √ɬ® una cosa d’√ɬ©lite, una cosa per pochi. √ɬ® un giardino molto vasto dove le barriere vanno abbattute. e questo dobbiamo fare oggi pi√ɬĻ che mai perch√ɬ© a conti fatti se a chiunque proponi “umanamente” poesia (non sofisticazioni: poesia, nuda e cruda) nessuno la rifiuta come si cerca di farci credere. grazie a tutti, di cuore.

    matteofantuzzi

    6 luglio 2009 at 07:09

  6. Quella a cui ho partecipato √ɬ® stata una serata davvero indimenticabile, ti ringrazio ancora d’avermi invitato, a breve inizier√ɬ≤ a lavorare agli eventi di ottobre. Un saluto, Francesco.

    anonimo

    9 luglio 2009 at 17:51

  7. grazie a te di essere venuto. e vedrai che farai altrettanto bene.

    (mi raccomando la calendarizzazione, che hai visto già ora che ottobre che mi attende !)

    matteofantuzzi

    13 luglio 2009 at 13:56


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: