UniversoPoesia

Da Matteo Fantuzzi quanto di buono offre la poesia italiana contemporanea. Forse.

Archive for aprile 2009

with 34 comments

Poesia comparata e nuovi immaginari.

Comparata vuol dire mettere in relazione, nel tempo e nella distanza. Oggi emerge sempre più una modalità in qualche modo più metaforica, che non usa lo spazio e tempo come polo della relazione, cioè una poesia comparata sul formato. È lo strumento che cambia anche il messaggio? Cosa comporta il cambiamento? Qualche anno fa si diceva che il medium è il messaggio: un tempo la comparazione tra la poesia di diverse culture era fondamentalmente d’interesse antropologico, poi divenne interessante anche rintracciare le strutture comuni in un’ottica di teoria letteraria, a volte fino alla ricerca della “mitica matrice originaria”. L’Italia in questo non se la passa troppo male: Semicerchio ad esempio sta in piedi dal 1985. Ma va forte, ovunque, il piano diacronico, lo studio dello sviluppo delle poetiche sulla verticale del tempo e sull’asse degli spazi. Ma quando questi s’incontrano sul contemporaneo che succede? Sul sincronico, sul “presente”, quanto ne sappiamo delle altre poesie, nei paesi europei ed extra-europei? Indaghiamo adeguatamente? Forse è il caso di pensare a una poesia comparata anche per semplice conoscenza globale, e per farsi conoscere globalmente e in questo senso il possibile sviluppo del mezzo video in Poesia e i primi tentativi concreti di introdurre una vera e propria scala “televisiva” nel settore stanno aprendo vie considerate fino a pochi anni fa impraticabili e non fruibili. Inoltre numerose realtà editoriali stanno lavorando con precisa attenzione alla traduzione della poesia. Che in un futuro, come già si fa in alcune performance, bisognerà iniziare a pensare la scrittura poetica come già
pronta alla traduzione, in una sorta di disponibile attenzione alle altre lingue e agli altri linguaggi ?

CReO Poesia Presente – Il simposio.

Tra gli invitati a questa tavola rotonda aperta a tutti:

Vincenzo Bagnoli, Isabella Bordoni, Alessandro Broggi, Lorenzo Carlucci, Tiziana Cera Rosco, Emilio Coco, Caterina Davinio, Chiara De Luca, Gianpaolo Furgiuele, Federico Italiano, Antonio Loreto, Fabio Orecchini, Massimo Orgiazzi, Andrea Ponso, Giovanni Tuzet, Paolo Zublena.

Written by matteofantuzzi

27 aprile 2009 at 00:53

Pubblicato su Uncategorized