UniversoPoesia

Da Matteo Fantuzzi quanto di buono offre la poesia italiana contemporanea. Forse.

with 19 comments

Chi ha portato sfiga ???

Causa maltempo "Degustare Locale" si terrà sempre oggi alle ore 21 ma NELLE SALE DELL’ALBERGO DELLE TERME DI CASTEL SAN PIETRO. Per raggiungerlo quando arrivate a Castel San Pietro Terme seguite le indicazioni per le Terme. L’albergo si trova nello stesso complesso.
Annunci

Written by matteofantuzzi

2 giugno 2006 a 13:32

Pubblicato su Uncategorized

19 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. non so se ti è già stato comunicato, matteo, ma il 17 giugno nell’ambito del festival internazionale della poesia di Genova presenteremo una collana di poesia ( print-on-demand…) per Liberodiscrivere®, siamo io, l’ansuini, ciampi, bonomo, carrino, caputi, rossetti, pizzo e altri. Leggiamo dopo (…) sanguineti e addetti-wikipedia, alle 18.30 in palazzo ducale.

    molesini

    2 giugno 2006 at 21:58

  2. bene, ce l’abbiamo fatta: nonostante la sfiga è stata una bella serata. mancava ca. la metà degli autori causa influenza e ne avevo un paio venuti comunque che però all’antidoping non avrebbero fatto una gran figura. la sala preventivata è stata dovuta allargare per ospitare alla fine quasi un centello di persone che si sono pippate ca. 3 ore di poesia.
    grazie agli autori e grazie al pubblcio, sono stati raccolti ca. 320 euro e centesimi per l’ospedale s.orsola di bologna, ass. fanep – reparto di neurologia pediatrica e disturbi del comportamento alimentare.

    degustare locale dopo 3 anni si chiude qui.

    matteofantuzzi

    3 giugno 2006 at 18:33

  3. due post del blog di fuoricasa nel quale colpevolmente non andavo da qualche giorno: qui stefano massari parla di “Roberto Galaverni IL POETA E’ UN CAVALIERE JEDI Una difesa della poesia Fazi Editore 2006” mentre qui massimo barbaro riporta da poetry international e la versione inglese curata da simon patton il lavoro della poetessa cinese Zhai Yongming

    matteofantuzzi

    4 giugno 2006 at 09:51

  4. Si sa che i poeti son anime frale, meglio, fisici frali…:-) “Piove. Governo ladro!” Ora che è cambiato il governo vale ancora il proverbio? Scherzi a parte era bella l’idea del cibo e poesia, peccato sia terminata; del resto, tutte le cose hanno un inzio e una fine…
    Un caro saluto
    Liuk

    anonimo

    4 giugno 2006 at 12:22

  5. al max. se piove i poeti sono a cesena come marino moretti, ah ah ah… no scusate…

    *

    diciamo che: di certo si è concluso degustare locale, ora c’è bazzano tra 1 paio di settimane, poi si vedrà. servono determinate condizioni per ragionare nuovamente su un festival, e un festival che può (ma non per forza deve) contenere la linea gastronomica, o che può mantenere quella ma parlare di “altra poesia” ecc. Credo che inizierò a pensarci con l’autunno, ecco questo sì. Può darsi che sia l’ultimo festival che mi pippo. Senz’altro avrei bisogno di una mano, lo dico tranquillamente, in termini di condivisione di esperienza organizzativa, in questo ansuini a bazzano è riuscito molto meglio di me. Così Isabella a Riccione ecc. E poi vorrei riprendere “Abitare gli spazi” che facevo con Spazio 18, ma questo è quasi solo un messaggio per Gianfranco…

    matteofantuzzi

    4 giugno 2006 at 15:05

  6. su “Il primo amore” è apparsa una selezione di miei testi “sulla morte” curata da Simona Niccolai, sono editi: Atelier e l’antologia Verso i Bit uscita per Lietocolle. Sempre per Lietocolle è uscita l’antologia del Premio Casazza – Il lago Verde che mi ha visto alla fine vincitore della Sez. Editi. Premio Speciale come sapete già a Gianni d’Elia. Week-end quello passato davvero piacevolissimo.

    matteofantuzzi

    4 giugno 2006 at 15:08

  7. ma matteo a guardarti in giro una mano siamo (sono) sicuro che la trovi senza problemi..la reputerai alla tua altezza?le idee non mancano senz’altro..
    salvatore

    inEdition

    4 giugno 2006 at 22:41

  8. chiunque ami la poesia è all’altezza. il più è essere territorio nel territorio, e non una “parte” nel territorio

    (a proposito: interessante la notizia de I viali, ma la citazione di Del Sarto è voluta ?)

    matteofantuzzi

    5 giugno 2006 at 21:23

  9. in effetti dovrebbero coincidere proprio gli interessi tra proposta e domanda,cosa che mi rendo conto, di questi tempi e in questiluoghi non capita facilmente.
    Per i viali,si in effetti siamo in nascita e con uno forte e pratico come gianfranco credo proprio che si potrà metere su qualcosa di buono..però non eravamo assolutamente coscienti di aver ciato Del Sarto. A presto
    salvatore

    inEdition

    6 giugno 2006 at 14:13

  10. bene, allora ricitiamo il bel libro di gabriel del sarto uscito per le ed. atelier nel 2003

    *

    e forse già sapete che il governo portoghese ha deciso di “sponsorizzare” i blog (portoghesi ovviamente) che diffondono il libro, la lettura e la letteratura. praticamente come qua.

    (…)

    matteofantuzzi

    6 giugno 2006 at 19:46

  11. cioè, proprio li sostengono economicamente, cash…

    matteofantuzzi

    6 giugno 2006 at 19:46

  12. nonostante stiamo già per cambiare nome alla collana (questioni estetiche), ci terrò particolarmente allora a sponsorizzare il libro di Del Sarto, proprio come qua..come si chiama?
    salvatore

    inEdition

    6 giugno 2006 at 20:19

  13. si chiama “i viali”. gabriel del sarto: edizioni atelier, borgomanero 2003

    (ah se fossi portoghese…)

    😉

    matteofantuzzi

    7 giugno 2006 at 13:02

  14. Piove. E’ uno stillicidio/ senzo tonfi/di motorette o strilli/di bambini

    Credo che la pioggia nel pineto sia la poesia più parodiata del nostro Novecento: Palazzeschi, Moretti, Caproni, Montale…va bè, a parte questo l’unione cibo-poesia è sempre apprezzabile.
    Un caro saluto

    mimmo

    anonimo

    7 giugno 2006 at 20:15

  15. ma è l’unione di pioggia, freddo, cibo e poesia che fa ca*are !!! (e un quartetto simile per fortuna in poesia non c’è)

    *

    Allego anche questo, che non so se potevo (dato che non m’è stato espressamente chiesto), ma ormai l’ho fatto:

    Lettera allegata alla versione cartacea del n.3 de “La Gru”, maggio 2006

    Cari amici,

    con questo numero si conclude il primo anno di lavoro de “La gru”.

    Abbiamo tentato di dare vita ad un foglio di poesia, consultabile in rete e distribuito gratuitamente per librerie ed università, in cui la ricerca artistica individuale mantenesse un legame con il materiale visivo, linguistico, storico e reale.

    Partendo da un’esigenza espressiva frustrata dalle estetiche dominanti il panorama letterario italiano, abbiamo avanzato ipotesi e intuizioni dialoganti, proponendo sin dal primo numero di questo ciclo una poesia che sperimentasse il parlato senza inventariarlo con freddezza programmatica.

    Nonostante gli scarsissimi fondi ricevuti dalle istituzioni locali, e nonostante l’isolamento geografico di una realtà come quella della città di Ascoli Piceno, questa esperienza ha coinvolto e raccolto a sé parecchi autori e studiosi, molti dei quali giovani nati tra gli anni ’70 ed ’80.

    Ora siamo ad un punto di svolta: la trasformazione de “La gru” da foglio di intuizione e provocazione a vera e propria rivista di studio ed approfondimento.

    La redazione si è allargata e continuerà a farlo. Dal prossimo numero cambierà il formato stesso della rivista.

    Crediamo sia essenziale mantenere in vita questo luogo di diversità estetica e teorica, che possa dare voce a tutti quei nuovi autori che altrimenti rimarrebbero schiacciati tra una scuola e un’altra.

    Noi non ci proponiamo di formare un gruppo letterario omogeneo ma di unire a sé i singoli poeti che sentono la necessità di superare definitivamente le griglie estetiche intimiste o anticomunicative, in nome di una sperimentazione espressiva che condivida con il mondo gli stessi materiali.

    Per fare tutto questo abbiamo bisogno del vostro aiuto.

    I fondi dalle istituzioni tardano, e temiamo non bastino per portare a termine il nostro progetto.

    Vi chiediamo quindi un libero contributo

    effettuando una ricarica sul conto Postepay n° 4023 6004 2511 4552

    intestato a Daniele De Angelis.

    Sperando in un vostro cordiale gesto di solidarietà,

    vi ringraziamo per l’attenzione

    I redattori de “La Gru”

    Daniele De Angelis, Riccardo Fabiani, Loris Ferri,

    Davide Nota, Gianluca Pulsoni, Stefano Sanchini

    matteofantuzzi

    7 giugno 2006 at 22:52

  16. articolone dedicato a elisa biagini su Poetry International

    http://italy.poetryinternational.org/cwolk/view/28354

    …so che dovevo linkarlo meglio…

    matteofantuzzi

    7 giugno 2006 at 22:54

  17. Leggendo molto frettolosamente qualche testo new della Biagini, ho l’impressione che stia andando nella direzione già ampiamente tracciata dalla lamarque, con qualche differenza, ovvio (diff. se non altro perché l’una è piantata nella tradizione angloamericana e l’altra in quella più franco-tedesca…)…
    Ma è solo un’intuizione che ha la rapidità dell’alba…Stamane poi mi sento molto rude e di buon umore e, nella mia lunga frequentazione di fiorentini e Firenze, vorrei tanto dire una cosa in livornese alla biagini; ma non abbiamo la confidenza necessaria né so se ella possieda sense of humor…

    andrea margiotta

    anonimo

    8 giugno 2006 at 07:49

  18. Ma è uscito il nuovo libro della Biagini? Sapevo era in uscita sempre per Einaudi una nuova raccolta ma a settembre….
    Liuk

    anonimo

    8 giugno 2006 at 20:41

  19. andrea…

    luca, no non ne sapevo nulla: ma esce a settembre, o esce a settembre che significa che esce nel 2007 ?

    matteofantuzzi

    9 giugno 2006 at 18:20


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: